DYNAVERSITY

DYNAmic seed networks for managing European diVERSITY


un progetto per mappare e promuovere la conservazione dell’agrobiodiversità


L’adozione in agricoltura di un piccolo numero di varietà, ad alta resa ma geneticamente uniformi, è la principale causa della perdità di diversità o “erosione genetica”. Questo fenomeno è preoccupante per molte ragioni, non ultima una maggiore vulnerabilità dei sistemi agricoli ai cambiamenti, ad esempio climatici. C’è ormai accordo a livello internazionale sulla necessità di tutelare la biodiversità anche in campo agricolo e a tal fine si intendono tutelare le colture locali, ma anche specie selvatiche affini, indicate nel complesso come Plant Genetic Resources for Food and Agriculture (PGRFA).

DYNAVERSITY intende mappare le tante realtà che in Europa si occupano di conservazione della diversità agricola e in particolare quelle che adottano una strategia in situ. Questo approccio predilige l’uso di varietà vicine al loro luogo di origine, che sono conservate attivamente, cioè coltivate ed esposte alla pressione evolutiva, piuttosto che immagazzinate in luoghi lontani o in banche genetiche (approccio tipico di una strategia ex situ). Lo scopo di questa mappatura è facilitare la creazione di nuove connessioni tra gli attori coinvolti, lo scambio di conoscenze scientifiche e pratiche e l’individuazione di casi studio utili a definire delle best practices.

DYNAVERSITY riunisce e rende disponibili le conoscenze attuali sulla conservazione di risorse genetiche in situ e suggerisce modelli di gestione e governance.

 

DYNAVERSITY è un progetto finanziato da Horizon2020 Research and Innovaction Program (Grant agreement n° 773814) e coinvolge 10 partner.  formicablu è il partner a capo del Work Package 5 che riguarda le attività di comunicazione e dissemination. Ha sviluppato l’identità visiva e il piano di comunicazione del progetto, ha realizzato il sito web e gestisce i canali social del progetto.

Tra i diversi prodotti e alle attività di dissemination, formicablu si occupa anche della realizzazione di una mostra fotografica: immagini che raccontano le reti e le comunità agricole attive nella conservazione dell’agrobiodiversità in diverse parti d’Europa. La mostra sarà itinerante e toccherà in prima battuta i paesi partner del progetto.