Osservatorio di genere UNINA

sostenere le carriere delle donne nella ricerca


un gruppo di lavoro per l’uguaglianza di genere nelle carriere scientifiche


Tra le 82 università italiane, solo 6 hanno un rettore donna. Eppure le donne che hanno un ruolo di professoressa o ricercatrice sono più della metà dei colleghi uomini: 18.377 su 31.977. C’è una discrepanza, quindi, tra la fotografia della popolazione universitaria italiana e il numero di donne che ricoprono posizioni apicali all’interno della gerarchia. Spesso si usa la metafora del soffitto di cristallo per descrivere questa situazione, ma è una visione riduttiva: presuppone che esista un solo percorso di carriera possibile, un’idea che non corrisponde a quanto accade nella vita reale.

Per questi motivi meglio parlare di labirinto di cristallo, con vicoli ciechi, svolte improvvise e diverse uscite ed entrate. Si tratta di una metafora più aderente alle storie di donne a vari stadi della carriera, che sono una parte del lavoro di ricerca che l’Osservatorio di genere nell’università e la ricerca dell’Università degli Studi di Napoli Federico II sta portando avanti dal 2016, quando è stato fondato. Ma le attività prevedono anche azioni di tutoraggio per le donne che sono ai primi stadi della carriera, incontri e divulgazione pubblica dei risultati della ricerca sui generi nel mondo accademico.

Per il progetto, formicablu ha curato l’impianto grafico del sito, con restyling completo, assieme a un photoshooting professionale per creare immagini più aderenti alla realtà delle ricercatrici e delle professoresse nell’Accademia italiana e ha curato i contenuti e materiali grafici per la mostra/evento che le ricercatrici dell’Osservatorio hanno portato in piazza Plebiscito a Napoli per FuturoRemoto, l’iniziativa di divulgazione scientifica organizzata ogni anno da Città della Scienza.