SMART-map

RoadMAPs to Societal Mobilisation for the Advancement of Responsible Industrial Technologies


un progetto per portare l’innovazione responsabile nell’industria


La biologia sintetica, la medicina di precisione e la stampa 3D in biomedicina sono tre settori di frontiera nella ricerca in ambito biomedico, ma possono apparire come fonti di rischi, porre problemi etici o non rispondere ai bisogni della società. Per questo che ha senso rendere “responsabile” la ricerca e innovazione in questi ambiti, seguendo un approccio RRI (Responsible Research and Innovation), che caratterizza in maniera trasversale il programma Horizon 2020, lo strumento di finanziamento per la ricerca e l’innovazione della Commissione Europea fino al 2020.

Questo lo scopo del progetto SMART-map, iniziato a maggio 2016 e conclusosi a ottobre 2018. Promuovere una ricerca e innovazione responsabile coinvolgendo la società e garantendo quindi che i risultati di questa ricerca siano in linea con i suoi valori, bisogni e aspettative.

Cosè SMART-map sul canale YouTube del progetto

 

SMART-map ha organizzato una serie di incontri tra rappresentanti della società civile e della piccola e grande industria, ricercatori e innovatori, che attraverso l’uso del metodo partecipativo sono serviti da guida alla creazione di uno strumento concreto: una lista di azioni da intraprendere quando si fa ricerca e innovazione nei tre settori citati. Questi strumenti concreti, le smart map, sono state diffuse tra i partner industriali, che sono stati formati al loro uso.

formicablu è stata partner del progetto con il compito di curarne la comunicazione e la dissemination. Ha sviluppato il piano di comunicazione, definito l’identità visiva, gestito i profili social (SMART-map Project su Facebook, euSMARTmap su Twitter), prodotto contenuti testuali, audio e video (SMART-map Project su YouTube).

I risultati di SMART-map sul canale YouTube del progetto

 

Il 1 ottobre 2018 si è svolta la conferenza finale di SMART-map, durante la quale sono stati presentati e discussi i risultati del progetto. I report finali sulle attività svolte sono stati condensanti in 15 executive summaries, con testi e infografiche differenziati per pubblico (industria, rappresentanti della società civicile, policy makers, comunità RRI, finanziatori) sui tre settori di ricerca del progetto: biologia sintetica, medicina di precisione e stampa 3D in biomedicina.