Gran Sasso Videogame

incuriosire divertendo


un videogioco per conoscere la ricerca in fisica che si svolge nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso


Il centro di ricerca sotterraneo più grande del mondo si trova in Abruzzo, sotto il massiccio più alto degli Appennini. Si tratta dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare). In tre gallerie, sovrastate da 1400 m di roccia, sono ospitati più di 15 esperimenti che riguardano la fisica del neutrino, la materia oscura e l’astrofisica nucleare. La ricerca è portata avanti da gruppi internazionali e coinvolge fisici, ingegneri, ma anche chimici, informatici e tante altre professionalità.

Per raccontare questa ricerca, ricca di sfide conoscitive e tecnologiche, l’INFN (coordinatore) e formicablu (partner) realizzeranno un videogioco educativo rivolto a ragazzi di 14-19 anni. PILA – Physics In Ludic Adventure è il nome del progetto, in omaggio al grande fisico Alessandro Volta, ed è finanziato dal MIUR attraverso un bando destinato a “Iniziative per la diffusione della cultura scientifica”. Il progetto è biennale ha previsto il coinvolgimento di un partner specializzato nella produzione di videogiochi, IV Productions.

Gran Sasso Videogame, questo il nome del videogioco, introduce il giocatore alla realtà dei Laboratori del Gran Sasso e alle ricerche di punta che vi si svolgono, presentando i concetti fisici in maniera semplice e intuitiva e stimolando la curiosità. Realizzato in pixel-art è un videogioco pensato per tutti i dispositivi e non richiede grandi risorse o una connessione permanente alla rete.

Il protagonista è l’alieno Zot, che ritrovatosi per errore nelle gallerie dei Laboratori deve completare quattro esperimenti per poter tornare a casa.

La versione beta di Gran Sasso Videogame è stata lanciata ufficialmente all’Open day 2018 dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso.

Uno dei gadget realizzati in occasione dell’Open Day dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso (Grafica di Valentina Marcon).

In occasione di Didacta, il più importante evento italiano dedicato al mondo della scuola, il videogioco è stato per la prima volta presentato agli insegnanti, dando l’avvio alla fase di sperimentazione che verrà realizzata grazie al supporto di INDIRE.